Menu

Capuchins Brothers serve the Tribals

A BLESSING ON GARO HILLS

Blessing of Garo Village Chapel in Khasi Hills

jacob

assan01

 

About 40 Capuchin friars who were participating in the ongoing formation program at the headquarters friary of Nirmala Matha Custody at Guwahati, Assam-Meghalaya, descended on the non-descript village of AMPHANGGRE on 10 December 2017 for the blessing of its newly built chapel and for the Holy Mass, giving a festive mood for the occasion. Obviously the villagers were overjoyed at the presence of a large number of Capuchins in their small hilly village. Children and elders alike heartily welcomed each one with a broad smile, warm hand shake, and the JISUNA RASONG (‘Praise be to Jesus Christ’) greeting on their lips, which are customary among  Garo tribe in the north-eastern part of India.

Retreat with Fr. Raniero Cantalamessa Ofm Cap

God blessed the Curia members with the possibility to spend quality time with our Br. Raniero. It was a time of inspiration for the participants. He based his sharing on the Letter to the Romans and made it alive with insightful and humorous wisdom saying and stories out of his 83 years of living the faith.

The following are some of the points and themes which touched us we share this to you so that they may touch and inspire you also.

giovanni

 Sappiamo che i frati non sono numeri di una statistica. Dietro i numeri dei frati che lasciano la nostra vita, ci sono tante situazioni di sofferenza e anche di disorientamento.

Forse, insieme alla Procura Generale, dobbiamo stare più attenti a questi dati: quale età, quale provincia, in quale momento del processo formativo, in quali circostanze, e anche per quali motivi.

Tocca a noi verificare se la formazione ricevuta arriva alla struttura affettiva dei frati, se la formazione francescana sostiene abbastanza la propria identità carismatica in modo di sapere chi si è e chi si vuole essere, e se la formazione ci offre degli strumenti per discernere criticamente e creativamente le priorità nella nostra missione, aiutandoci ad uscire dell’autoreferenzialità e dal troppo narcisismo spirituale.

Ogni frate che ci lascia o che perdiamo per strada, diventa una domanda sul senso della nostra vita. Bisogna avere coraggio per rimanere con gli occhi e le orecchie aperte.

Eventi

Nessun evento trovato
Vai all'inizio della pagina