Il comunione col “Gesù storico”

 

oldest image jesus found ancient egyptian tomb 20140430 141009 492

 

“Padre, ogni giorno sono alla ricerca di una vita nuova, che non trovo. Non guarisco dalla mia malattia. Ho continue difficoltà. Cerco di vivere alcuni valori nella mia vita, ma soffro senza pace perché ci sono sempre delle persone che mi condizionano e mi manipolano. Perchè cosi …? Qualche volta non posso neanche pregare.”

Sono frasi - queste - che ascoltiamo spesso nel nostro lavoro pastorale; forse, alcune volte, sono state pronunciate anche da noi. Gli atteggiamenti del dubitare e del cercare fanno parte della nostra crescita nella fede.

Noi proveniamo da diverse culture, belle: ognuna delle quali ha un proprio modo di vivere la preghiera e la Spiritualità. Provate a pensare alla strada della fede che, nella vostra cultura, i credenti percorrono per ricevere la grazia di Dio.

Per alcuni è semplice accontentarsi del Gesù che fa tutto e sempre compie miracoli. Per altri, tante volte il cammino resta nell’oscurità.

E’ necessario, in ogni caso, entrare in comunione col “Gesù storico”, che ha sofferto ed è risorto.

Sarà più facile sentire il suo aiuto quando preghiamo. Egli starà con noi, quando, nel silenzio, accompagniamo le persone che molto hanno sofferto e non hanno parole di speranza.

 

Gesù dice: “Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto.” (Lc 11:9).

Il Kerygma, secondo l’evangelista Luca, sta nel capire la via mostrataci da Gesù. Una via che include la ricerca quotidiana, con le incertezze e le insicurezze che si presentano nella lotta della vita. 

Noi siamo chiamati ad essere portatori della speranza comunicata da Gesù; speranza che dovrebbe appartenere alla “Vita Fraterna”, perché ognuno possa trovarvi il suo rifugio, la sua “zona di conforto”, il suo porto sicuro, durante il tempo della tempesta.

Chiediamo con fiducia il dono della speranza per saper stare in silenzio con “i silenziosi”.  Nel momento del silenzio, il nostro cuore pulserà di amore: “Dio fa qualcosa per aiutare questa persona”.

Preghiera: Aiutaci Signore a chiarire l’Immagine che abbiamo di Te, dentro di noi. Donaci il desiderio di imparare dalla tua grazia, dalle altre culture e spiritualità, per fecondare e far fiorire il nostro commino di fede. Spronaci a fare la nostra piccola parte, per portare a tutti, la tua speranza e la tua vita.

© 2017 OFMCAP. All Rights Reserved.

Please publish modules in offcanvas position.